Veronica Lorenzoni

Attualmente coordinatrice, insegnante, ballerina e coreografa di Scuola Puro Tango, opera nel settore del tango argentino dal 2004 e fonda nel 2010 l’Associazione Culturale Sportivo Dilettantistica Scuola Puro Tango, di cui è presidente.

La sua metodologia didattica, in costante evoluzione, cerca di unire lo studio delle strutture tanguere classiche con le competenze da lei sviluppate prima e durante questa esperienza (pattinaggio artistico, danza contemporanea, danza terapia, bioenergia e yoga). Tale presupposto permette all'allievo di approcciarsi al tango con rispetto nei confronti della “radice” e della tradizione, ma altresì con attenzione verso ciò che di personale ognuno di noi può e deve apportare alla propria danza, per valorizzarla rendendola unica e piacevole nel suo esercizio.

Come tanguera si forma dal 2002 per circa due anni sul territorio bolognese e nazionale; prosegue successivamente a Buenos Aires, dove studia con diversi maestri come Carlos Gavito, Claudia Codega y Esteban Moreno, Pablo Villaraza y Dana Frigoli, Gachy Fernandez, Melina Bruffman, Geraldine Rojas y Javier Rodriguez, Julio Balmaceda y Corina De La Rosa, Elina Roldan, La Negra Gonzalez, Gustavo Naveira y Giselle Anne, etc...La sua formazione prosegue quotidianamente attraverso la frequenza di seminari di approfondimento e stages con grandi professionisti come Pablo Garcia, Romina Godoy, Pablo Mojano e Roberta Beccarini, Analia Morales e Gabriel Ponce ed altri ancora.

Di rilievo risulta l'incontro con un grande maestro milonguero Ricardo Maceiras, "El Pibe Sarandì", con il quale sviluppa una continuativa collaborazione che sfocia in numerose performances in diverse città europee e presso alcuni dei più importanti saloni tangueri di Buenos Aires, come Niño Bien, Confiteria Ideal, Porteño y Bailarin e Salon Canning.

Grazie all'incontro con la Danzamovimento Terapia, che ha luogo presso il Centro studi danza Chorea nel 2003 sotto la direzione artistica di Nicoletta Sacco e che prosegue nello studio di Maria Fux (fondatrice della Danza Movimento Terapia) a Buenos Aires, intuisce quanto anche il tango possa essere uno strumento terapeutico ed immediato per migliorare il rapporto con sé stessi e il prossimo.

E' per questo che intraprende il percorso di formazione con Federico Trossero nel 2013, conseguendo il diploma di “Assistente in Tango Terapia” attraverso il “Programma di medicina integrativa”, patrocinato dall'Ospedale Sant'Andrea di Roma e dalla Società Italiana di Psiconcologia.

Prosegue nel 2015, sempre a Roma col Professor Trossero, la sua formazione durante il percorso dedicato a “Il Tango e le sue maschere: workshop esperienziale avanzato”.

In questo contesto incontra la Psiconcologa Dania Barbieri, con la quale instaura un'attiva collaborazione attraverso percorsi di Tangoterapia e Bioenergetica con pazienti oncologici.

Dopo l'esperienza tenutasi a Carpi con Dania Barbieri nel 2014, prosegue a Forlì da Novembre 2016 con un percorso patrocinato da Lilt Forlì e IRCCS IRST dedicato al tango come possibilità di ricerca, scoperta e valorizzazione del proprio equilibrio corporeo, sensoriale ed emotivo, che prende il nome di “CORPORAMENTE TANGO”. E’ proprio questo progetto che la vede, al fianco di Dania Barbieri, relatrice nell’Aprile del 2017 a Padova in occasione del Congresso Internazionale “Identity Agonies: living Dyingly”.

Di rilievo nella sua formazione anche l’aspetto dedicato ad altre discipline che studia e approfondisce fra il 2009 e il 2013 a Padova presso l’Associazione Nazione di Bioenergia e Discipline Naturali “Olistiche Manipure” dove, accompagnata da Annamaria Boccardo, diventa Operatore di Bioenergia, svolge corsi di meditazione dinamica e un percorso dedicato a “Ricerca, comprensione e scioglimento delle nostre dinamiche emozionali ereditarie”.

Nel 2015 entra in contatto con la Cooperativa Sociale “Campi d'Arte” dando vita a un percorso di formazione a mediazione corporea per operatori del settore. Integra in esso principi di tango terapia e danza.

Le esperienze teatrali di rilievo riguardano la collaborazione con grandi attori come Paolo Verniani (in occasione di "Diritti in campo" 2006), Ivano Marescotti (in occasione di "Atmosfere di tango" 2008) , Gabriele Marchesini (in occasione di "Nel tango come nella vita" 2009) e la produzione "Tiempo Tango" del 2008, che la vede approcciarsi anche alla regia al fianco di Pier Paolo Paganelli e Francesca Franzoso.

Nell’arco del 2018-2019, al fianco di Mattia Tascone come assistente alle coreografie ed Emanuele Maria Vellico come coregista, monta le coreografie di “Amor y Celos”, una produzione di Asd Scuola Puro Tango che vede il laboratorio coreografico (settore in essere all’interno della scuola da circa 10 anni) alle prove con un’interessante esperienza teatrale che ha presupposti di contaminazione fra le arti (video, musica dal vivo, recitazione, danza).

Nella sua formazione di danzatrice svolge un ruolo fondamentale lo studio della Danza Contemporanea, che intraprende nel 2003 presso il Centro Studi Danza Chorea (Bologna) sotto la direzione di Nicoletta Sacco e prosegue partecipando a diversi seminari tenuti da insegnanti di rilievo come Bob Curtis, Anne Marie Porras, Antonella Bertoni e Michele Abbondanza, Natalia Vinas Roig etc; a partire da qui l'incontro e l'approfondimento dello studio della fusione e contaminazione fra le arti. Le competenze acquisite le permettono quindi di approcciarsi verso la danza, il tango, le produzioni e l'insegnamento con una metodologia di ricerca e sperimentazione innovativa che apre il linguaggio del tango a quello espressivo, teatrale ed istintivo del corpo.

Risulta fondamentale per il percorso di ricerca l'incontro con Francesca Franzoso (insegnante, danzatrice e coreografa di danza contemporanea), dal quale nasce l'impulso verso la creazione artistica di performance, spettacoli e momenti di studio ed approfondimento per danzatori e tangheri come il Workshop "DANZANGO".

Dal 2004 al 2007 balla nella compagnia di Musical "Undici meno due" prendendo parte a diverse produzioni come "Carmen il Musical", "Chicago", "Musical Emotions".

Precedentemente (dal 1981 al 2002) sviluppa la sua formazione attraverso un'esperienza ventennale di pattinaggio artistico a rotelle, che la vede prima atleta e successivamente allenatrice e coreografa. Come atleta ottiene diversi titoli in campo nazionale, si forma come allenatrice negli anni a seguire presso la FIHP (Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio) ed è attualmente coreografa e consulente di diverse Società della Regione; nel 2004 l'atleta Lorenzo Ronci vince il titolo mondiale con le sue coreografie ed è questa una delle prime grandi soddisfazioni in questo campo.

Prosegue collaborando attivamente in diverse società sportive a Bologna e dal 2015 intensifica presso Up Calderara al fianco della sua stessa allenatrice Manuela Digiacomantonio, ottenendo ottimi risultati (titoli nazionali, europei e mondiali) nella specialità “Solo Dance” e “Coppia danza”.

Scegliendo sempre di fondere il movimento danzato con quello espressivo e “sentito” attiva, dal 2016 una collaborazione con Belinda Diamanti, Insegnante del Centro Studi Danza Chorea, poiché fermamente convinta che lo scambio sia alla base di ogni arricchimento artistico, sia per chi lo dona che per chi lo riceve.

Da sempre il suo motto è: “El tango es un baile Popular y social”. È questo il punto di partenza per ogni iniziativa e percorso didattico che decide di intraprendere e sviluppare all’interno della scuola.